Cerca nel blog

lunedì 29 agosto 2016

Juan Roncagliolo Berger




Juan Roncagliolo Berger
   Dopo aver illustrato enciclopedie e romanzi per diverse case editrici del suo paese natale, il Perù, emigra alla fine degli anni ‘70 in México, dove illustra per vari anni fumetti per la Editorial Novaro, disegnando principalmente col suo segno squisito innumerevoli episodi di Tarzan. 


Da Tarzan 529 del 30 marzo del ’77, “Los cazadores de cabezas”

Da Tarzan 582 del 22 marzo del ’78, “El hombre de musgo” 

Jane e suo figlio

Fantomas e le sue due graziose e morbide assistenti

   Ma Roncagliolo disegna in Messico anche altri personaggi tra cui l’eroe criminale Fantomás, distribuito in tutta l’America latina dal ‘66 al ‘85. Ed è proprio con questo personaggio, ladro straordinario, che uno degli episodi da lui illustrati sul testo di Rubén Sánchez Monsiváis pseudonimo di Carlos Monsiváis, viene sequestrato dalle edicole de los Estados Unidos Mexicanos, gli Stati Uniti del Messico.
 l'ex presidente del Messico...
In questa avventura – che era stata preceduta l’anno precedente da una versione meno allusiva disegnata dall’autore messicano Armando Galicia – si parla in maniera ben poco velata del disastroso mandato di un ex presidente messicano. L’azione è ambientata in Rodesia, in sud Africa, ma le iniziali del protagonista Jacob Lewis Pride, ricordano fin troppo da vicino quelle di José López Portillo che governò il Messico dal ’76 all’82. 

 ... e la prima moglie ben raffigurati da Roncagliolo

   Questo politico fece cadere il paese nella più grande svalutazione avuta dai tempi della rivoluzione. Roncagliolo prese chiaramente a modello non solo il politico, ma anche la sua prima moglie (che nel fumetto russa come una vacca) e la sua residenza costruita a carico del denaro pubblico (La colina del perro, ovvero La collina del cane) nella periferia di Ciudad de Mexico.  
La casa editrice, ormai prossima alla chiusura, non censurò la storia, ma ebbe la brutta sorpresa di vedersi requisito il numero in edicola per ordine stesso del governo, così come successe in Italia nel ’58 in cui i carabinieri, da tutte le edicole delle penisola, sequestrarono il primo numero della collana Tex gigante che ha oramai superato i 600 numeri.
    Roncagliolo comunque collaborò con altre case editrici come la Edar, disegnando la rivista Lagrimas, risa y amor. Poi passò alla rivista Mujeres Inmortales dell’ Editorial Meridiano e in seguito disegna per ben 12 anni, le riviste Novelas inmortales e il Libro vaquero delle Novedades editores.


   Nel 2002 lavora per la Francia sui personaggi della defunta Lug: Kabur, Zembla, Phenix e Dragut, editi dalla Hexagon Comics, principalmente su testi di Jean-Marc Lofficier.


  

La bella Cleopatra (in alto) e altri suoi personaggi
 
Fonti:

per il fumetto di Fantomas (El comic que el gobierno No dejo existir):



Marco Pugacioff

se vuoi puoi andare alla sezione



o dei loro autori, va alla sezione
oppure a
oppure va agli

Nessun commento:

Posta un commento