Cerca nel blog

lunedì 29 agosto 2016

Juan Roncagliolo Berger




Juan Roncagliolo Berger
   Dopo aver illustrato enciclopedie e romanzi per diverse case editrici del suo paese natale, il Perù, emigra alla fine degli anni ‘70 in México, dove illustra per vari anni fumetti per la Editorial Novaro, disegnando principalmente col suo segno squisito innumerevoli episodi di Tarzan. 


Da Tarzan 529 del 30 marzo del ’77, “Los cazadores de cabezas”

Da Tarzan 582 del 22 marzo del ’78, “El hombre de musgo” 

Jane e suo figlio

Fantomas e le sue due graziose e morbide assistenti

   Ma Roncagliolo disegna in Messico anche altri personaggi tra cui l’eroe criminale Fantomás, distribuito in tutta l’America latina dal ‘66 al ‘85. Ed è proprio con questo personaggio, ladro straordinario, che uno degli episodi da lui illustrati sul testo di Rubén Sánchez Monsiváis pseudonimo di Carlos Monsiváis, viene sequestrato dalle edicole de los Estados Unidos Mexicanos, gli Stati Uniti del Messico.
 l'ex presidente del Messico...
In questa avventura – che era stata preceduta l’anno precedente da una versione meno allusiva disegnata dall’autore messicano Armando Galicia – si parla in maniera ben poco velata del disastroso mandato di un ex presidente messicano. L’azione è ambientata in Rodesia, in sud Africa, ma le iniziali del protagonista Jacob Lewis Pride, ricordano fin troppo da vicino quelle di José López Portillo che governò il Messico dal ’76 all’82. 

 ... e la prima moglie ben raffigurati da Roncagliolo

   Questo politico fece cadere il paese nella più grande svalutazione avuta dai tempi della rivoluzione. Roncagliolo prese chiaramente a modello non solo il politico, ma anche la sua prima moglie (che nel fumetto russa come una vacca) e la sua residenza costruita a carico del denaro pubblico (La colina del perro, ovvero La collina del cane) nella periferia di Ciudad de Mexico.  
La casa editrice, ormai prossima alla chiusura, non censurò la storia, ma ebbe la brutta sorpresa di vedersi requisito il numero in edicola per ordine stesso del governo, così come successe in Italia nel ’58 in cui i carabinieri, da tutte le edicole delle penisola, sequestrarono il primo numero della collana Tex gigante che ha oramai superato i 600 numeri.
    Roncagliolo comunque collaborò con altre case editrici come la Edar, disegnando la rivista Lagrimas, risa y amor. Poi passò alla rivista Mujeres Inmortales dell’ Editorial Meridiano e in seguito disegna per ben 12 anni, le riviste Novelas inmortales e il Libro vaquero delle Novedades editores.


   Nel 2002 lavora per la Francia sui personaggi della defunta Lug: Kabur, Zembla, Phenix e Dragut, editi dalla Hexagon Comics, principalmente su testi di Jean-Marc Lofficier.


  

La bella Cleopatra (in alto) e altri suoi personaggi
 
Fonti:

per il fumetto di Fantomas (El comic que el gobierno No dejo existir):



Marco Pugacioff

se vuoi puoi andare alla sezione



o dei loro autori, va alla sezione
oppure a
oppure va agli

Lino JEVA


LINO JEVA

   Lino Jeva ovvero Pasquale Ieva è nato ad Ancona il 1° Maggio del 1923. interrotti gli studi di ragioneria, viene assunto come telegrafista dalle Ferrovie dello Stato, dove trascorre il suo tempo a riempire di schizzi blocchi di carta. Nel 1945 per pura passione e spirito d'avventura, si trasferisce nella Milano bombardata e piena di macerie ( come in tutta Italia ) dove spera, in mezzo a tanta povertà, di trovare lavoro nel campo dell'editoria.

Omaggio a Miki e Tex e in alto autoritratto

Accompagnando una sua amica aspirante attrice alla redazione di Bolero alla Mondadori, gli offrono – a lui, già campione marchigiano dei pesi medi – una parte importante in un fotoromanzo diretto da Damiano Damiani.

I suoi primi lavori vengono respinti da Domenico Zucca direttore dell'Intrepido e andando sempre in giro per le redazioni incontra Pasquale Giurleo, un editore che gli commissiona alcuni episodi di Tom Mix scritto da Enzo Magni. Dopo questa serie gli viene affidata la riduzione di grandi classici: illustra così Robinson Crusoe (una versione liberamente ispirata al romanzo di D. Defoe da G. Dalmasso, Il Conte di Montecristo, L'isola del tesoro e Ventimila leghe sotto i mari tra il ’45 e il ‘47. Vince poi un concorso indetto dalle Editions Mondiales di Cino Del Duca, che gli affidano la realizzazione di Buffalo Bill, il suo primo personaggio importante. Nel ‘48 disegna su testi di Giuseppe Fina, poi regista cinematografico, Il Piccolo Cow Boy, un albo a strisce edito da Piero Berretta. Nel '49, per Tea Bonelli, esegue alcuni episodi de L'Uomo Ombra, che vengono raccolti in due volumetti, e sostituisce Aurelio Galleppini nella matita di alcuni episodi del Tex di Giovanni Luigi Bonelli.

In Tex 18 “Dodge City”, vengono indicati i disegni di Galleppini e di Lino Jeva da pag. 13 a pag. 66.

Nel ‘51 viene chiamato da Zucca, che gli commissiona la serie Alan del Circo, apparsa in appendice a Forza John.

Per un po’ di tempo collabora alla Domenica del Corriere, per la quale lavora in tandem con Giorgio De Gaspari e per circa otto anni illustra il periodico Visto dell'editore Palazzi.

Tra il ‘51 e il ‘56 disegna numerosi Albi dell'Intrepido. E proprio nel ‘56 dà vita alla sua seconda importante opera disegnando Forza John, scritto da Luigi Grecchi, creato graficamente da Erio Nicolò. Illustra il personaggio fino al '64, anno in cui lo cede a Ferdinando Corbella. Dopo Forza John, lavora a Jimmy Jet, su testi di Antonino Mancuso, pubblicato dapprima su Il Monello e poi su testata propria sino al ‘69.

Per la Arnoldo Mondadori Editore disegna alcuni episodi italiani di Superman, o meglio Nembo Kid, e colorando copertine per i Classici dell'Audacia, mensile che presenta materiale franco-belga per ragazzi. Per la Aster di Angela e Luciana Giussani, realizza alcuni episodi di Diabolik; per la Editrice Cenisio disegna moltissimi episodi di Tarzan, che verranno poi ristampati in diversi paesi europei. Su testi di Luigi Grecchi disegna Kid Roy, pubblicato su Rintintin, e Henry Sprint, che esce come testata dal '70 al '71. 

Copertina per Henry Sprint, dove si nota bene la bellezze delle sue ragazze

Questi personaggi escono anche in Francia ad opera della Sagedition diretta da Vittorio Broussard e “consorella” della Cenisio. Dal ‘57 collabora intensamente con editori inglesi e scozzesi, realizzando centinaia di tavole di carattere «rosa» destinate a periodici femminili. A queste se ne alternano altre di carattere avventuroso, con storie in costume, ospitate specialmente dal diffuso settimanale Eagle, come Black Axe, o Iron Man. Di notevole successo è pure la serie Lorna Drake (vedi un'immagine del personaggio su: http://ukgirlscomics.com/2013/09/24/lorna-drake/) che appare su Bunty.



   Nel ’66 realizza anche il personaggio di Bold Boy, creato da Nino (Antonino) Cannata. Dal novembre del ‘72 lavora in esclusiva per le riviste del gruppo Universo, disegnando nuovi personaggi come Jimmy Jet di Antonino Mancuso che successivamente gli offre la scelta fra altre sue creazioni: Billy Bis o Colibrì/Ghibli. Jeva consiglia il nome di Ghibli e decide di disegnarne le avventure. Il successo del personaggio lo porta a firmare un contratto d'esclusiva con la Universo. Tra le varie opere vi è Stry Dog un western che appare su Il Monello e Dopo il Rollerball, pubblicato sull'Albo dell'Intrepido, tutti sempre su testi di Mancuso. Seguono Bisturi Nero, ancora su testi di Mancuso, ospitato sulle pagine dell'lntrepido nel ‘78 e Truck Driver scritto da Francesco Moretti e pubblicato sull'Albo nel ‘79. All’inizio degli anni ’80 illustra, in coppia con Moretti, Jack Saint Jack, ospitato ancora su Blitz-Albo, e una serie di racconti lunghi senza personaggio fisso, denominati Superomanzo

La regina La ( in questo episodio Lah ), nella seconda vignetta [Ragazzi!!!] è quasi nuda. Da la fontana di Opar. Interessante il diadema disegnatole da Jeva che ricorda la Luna che ha anche la dea Diana in numerose raffigurazioni.

   Per l'Editrice Cenisio, illustra numerosi episodi di Tarzan, [alternandosi principalmente a Zamperoni] dove le ragazze – come La, la regina di Opar – sono disegnate con belle gambe e bei seni, e questo lo affianca agli autori del Tarzan slavo, primo fra tutti Kerac. Questi episodi vengono stampati anche in Francia e in Messico, e sono – al di fuori della produzione per la “Universo” – la sua massima produzione, infatti sono tavole strutturate a tre strisce, al contrario di Diabolik che ha solo due vignette per tavola.

 

Elenco storie di Diabolik

 

Diabolik e Eva, ambedue mascherati ( che bel balconcino che ha la signora diabolica )

2° Serie 1965
 15 – La statua maledetta ( Matita e china )

Anno V 1966:
13 – Prigione mortale ( Matita e china )

Anno VII 1968:
24 – L’uomo della legge ( solo china )

Anno VIII 1969
2 – Feroce vendetta ( solo china )
4 – Eva e Ginko ( solo china )
6 – Perle insanguinate ( solo china )
8 – Tragico incontro ( solo china )
10 – L’ora dell’esecuzione (solo china )
13 – Le lacrime della sirena ( solo china )
15 – Errore fatale ( solo china )
18 – La folle rapina ( solo china )
22 – La mano del destino  ( Matita e china )
23 – La donna sfigurata ( solo china )

Anno IX 1970  
1 – L’isola del terrore ( solo china )
3 – Il segreto che uccide ( solo china )
8 – Astuzia mortale ( solo china )
12 – Ricatto di sangue ( solo china )

Anno X 1971
19 – La lunga fuga ( solo china )
23 – La prigioniera ( solo china )
26 – Gioco di morte ( solo china )

Anno XI 1972
1 – Incubo sull’isola ( solo china )
5 – Incontro mortale ( solo china )
8 – Traffico di diamanti ( solo china )
10 – Verso la morte ( solo china )
11 – Tragico equivoco ( solo china )
14 – L’evaso ( solo china )
15 – La vittoria di Ginko ( solo china )
21 – La morte in eredità ( solo china )
23 – Violenza chiama violenza ( solo china )

Anno XXV 1986
6 – Intrighi pericolosi ( solo china )
8 – Feroce condanna ( solo china )

Da: http://www.diabolikclub.it/Autori/CronoAL.htm#Jeva

 

Elenco parziale Tarzan ( L'elenco è parziale, causa la mia collezione non completa di Tarzan )

-        La regina dei serpenti – 24 tavole – Tarzan gigante n. 15, Marzo 1974

-        Kai-Bolgani, il gorilla bianco – 22 tavole – Tarzan 1° serie n. 14, Maggio 1969 ( le matite sembrano di altro autore, che cerca di riprendere le fattezze dell’attore Ron Ely )

-        Il re dei diamanti – 20 tavole – Tarzan 1° serie n. 15, Giugno 1969

-        La città della Luna – 22 tavole – Tarzan 1° serie n. 16, Luglio 1969 *

-        L’avanguardia extraterrestre – 20 tavole - Tarzan 1° serie n. 16, Luglio 1969 ( Tarzan agisce insieme a suo figlio Korak )

-        Il mistero delle montagne bianche – 22 tavole – Tarzan 1° serie n. 17, Agosto 1969 **

-        Le figlie del bene – 24 tavole - Tarzan 1° serie n. 17, Agosto 1969 ( Tarzan agisce insieme a suo figlio Korak ) **

-        Il nyanga lebbroso – 22 tavole – Tarzan 1° serie n. 22, Gennaio 1970

-        L’ispettore Hilton – 22 tavole – Tarzan 1° serie n. 22, Gennaio 1970 ( le matite sembrano di altro autore )

-        Il bufalo misterioso – 22 tavole – Tarzan 1° serie n. 25, Aprile 1970 *

-        I due avventurieri – 22 tavole – Tarzan 1° serie n. 26, Maggio 1970 *

-        La fontana di Opar – 15 tavole – Tarzan 1° serie n.36, Marzo 1971 *

-        L’amico delfino – 22 tavole – Tarzan 1° serie n. 42, Settembre 1971 ( le matite sembrano di altro autore )

-        Sabotaggio aereo – 22 tavole – Tarzan 1° serie n. 44, Novembre 1971 *

-        Il regno dei pigmei – 22 tavole – Tarzan 1° serie n. 46, Gennaio 1972 *

-        La morte è in agguato – 22 tavole – Tarzan 1° serie n. 48, Marzo 1972

-        Il lago della Luna – 22 tavole – Tarzan 1°serie n. 54, Settembre 1972

- La señal de los yokis – 16 tavole
- El templo del sol – 16 tavole

-        La fossa dei serpenti – 16 tavole – Tarzan 2° serie n. 14, Novembre 1975 ( testi di Roberto Peretto )

   Nota 1: sei di queste storie ( quelle contrassegnate con un asterisco ) furono ristampate su Tarzan Pocket n. 9 del dicembre 1978, insieme a un’avventura “il sacrificio” – anch’essa ristampa – di probabile produzione messicana.

   Nota 2: Due di queste storie ( quelle contrassegnate con due asterischi ) furono ristampate su Tarzan Selezione n. 6 del Settembre 1978, insieme a un avventura di Korak – probabilmente inedita – di autore sconosciuto le cui storie erano sempre indicate come di produzione svedese.

 

Jeva internazione: dall'edizione messicana de "Il mistero delle montagne bianche"
   Nota 3: L'avventura Il mistero delle montagne bianche è apparsa in Messico il 9 agosto del '73 nella collana di Tarzan [anno XXIII] n. 358 del Editorial Novaro, con il titolo "El Misterio de la montaña Blanca"; l'avventura I due avventurieri è apparsa su Tarzan n. 370, del 1 novembre del 1973 col titolo "La ciudad de oro". Il re dei diamanti sul numero 372 del 15 novembre 1973. In più una storia di 16 tavole, di cui non so dove fu pubblicata, è apparsa sul n. 402 col titolo "La señal de los yokis", subito dopo l'avventura "La enorme cólera de los pequeños Hombres" (La grande collera dei piccoli uomini da Tarzan 49 - Aprile 1972) di Zamperoni. L'amico delfino sul numero 438 col titolo "El amigo delfín". Altra avventura è "El templo del sol" apparsa su Tarzan 452 del 11 luglio 1975, prima di un avventura di Zamperoni "El idolo del ojo de luz".

Fonti:

     - Tex 263

 

Marco Pugacioff

se vuoi puoi andare alla sezione




o dei loro autori, va alla sezione

oppure a
oppure va agli

Erminio ARDIGÒ

Erminio ARDIGÒ
    Nato nel 1932 ad Annicco (Cremona), iniziò a lavorare per le nuvole parlanti nel ’59 su Cucciolo alla Alpe, realizzando Il Sergente Smith, di cui – nonostante le nostre ricerche – non abbiamo scovato nulla.

Da Diabolik, anno I, n.6 - L'assassino fantasma e da Kriminal 387. In alto un primo piano di Kit Teller in divisa da ufficiale dal Piccolo Ranger n. 136


Elenco parziale Diabolik e Kriminal
-        L'assassino fantasma – Diabolik anno I, n.6
-        Scacchiera mortale – Kriminal n. 362
-        Ira e morte – Kriminal n. 385
-        A esumazione avvenuta - Kriminal n. 387
-        La geisha di Tokyo - Kriminal n. 394
-        Impronte rosse di sangueKriminal n. 404

    In seguito realizza Kolosso per la casa editrice “Gli Amici” e realizza Kriminal e Diabolik, insieme ad alcune avventure di Tarzan per la Cenisio. 

Un incisivo Tarzan da “I serpenti della foresta"

Elenco parziale Tarzan 
(L'elenco è parziale, causa la mia collezione non completa di Tarzan)

-        I serpenti della foresta – 22 tavole – Tarzan 1° serie n. 37, Aprile 1971
-        Tamburi di guerra – 22 tavole – Tarzan 1° serie n. 46, Gennaio 1972
-    La sfera di luce – 18 tavole – Tarzan 1° serie n. 51, Giugno 1972
- La Maldición de los diamantes 16 tavole apparsa in Messico insieme a "El globo luminoso" ( la sfera di luce)
su Tarzan Novaro Anno XXV n. 444 del 30 aprile 1975

Ardigò internaziole, in spagnolo per il Messico, e da lì in tutti i paesi dell'America Latina

I “Trois du Texas” da Mustang n. 52 – trimestriel – 5 Décembre 1979

Dal n. 15 della Collana Storia del West “L’ultimo duello”. Il numero era composto da due episodi, il primo – appunto L’ultimo duello – fu iniziato dallo straordinario Renzo Calegari e terminato dal bravo Polese, il secondo episodio “Missione Pericolosa” deve essere stato realizzato a due mani dai bravi Polese & Ardigò.

Da il piccolo ranger 137 – Riserva apache


Elenco parziale Piccolo Ranger
(L'elenco è parziale, causa la mia collezione non completa del Piccolo Ranger)

-        Riserva apache – Piccolo Ranger n. 136 - 137
-        Sfida infernale – Piccolo Ranger n. 148 - 149
-        Il vendicatore – Piccolo Ranger n. 159 - 160 - 161
-        Il signore delle stelle – Piccolo Ranger 194 - 195
-        Lampi sul Messico – Piccolo Ranger 199 - 200
- La pista dei Sioux - Piccolo Ranger 203 - 204

    La maggiore produzione - anche se realizzò un breve episodio di Storia del West - però è per il Piccolo Ranger, dove lo apprezzai molto (insieme al bravo Luigi Merati di cui consiglio la visita al suo sito) sopratutto per la mia accesa antipatia delle tavole della signora Buffolente.

    L'autore scompare il 1 giugno 2004 a San Giuliano Milanese.
  Fonti:
 - Scheda succinta da Tex 165
 Un grazie sentito per le ricerche a Stefano Monetti e ad Angelo Palumbo.
 

Marco Pugacioff

se vuoi puoi andare alla sezione



o dei loro autori, va alla sezione
oppure a
oppure va agli


Auraleon, (Rafael Aura León)


Auraleon, (Rafael Aura León) 
Barcelona, 22/XII/1936 - 24/VI/1993

informazioni tratte da: https://www.lambiek.net/artists/a/auraleon_rafael.htm


   Rafael Auraleón fu  autodidatta, da impiegato si trasformò in un autore di fumetti. Dopo l'incontro con l'agente Josep Toutain nel 1959, entra a far parte dell'agenzia internazionale Selecciones Ilustradas. Le sue prime opere erano western, poi di guerra e storie romantiche. Fu un assiduo collaboratore di pubblicazioni scozzesi e inglesi. Ha realizzato anche storuie a fumetti di Ogan per la editorial Imperia.

   Nel 1971, e per oltre un decennio, Auraleón ha iniziato a lavorare per le riviste americane di orrore della Warren. L’horror era un genere adatto per il suo stile tortuoso e oscuro. Ha collaborato con tali sceneggiatori Warren come Doug Moench, Gerry Boudreau e Bruce Jones. Con testi di Steve Skeates, è stato il primo a disegnare 'Pantha', una serie iniziata nel numero di gennaio 1974.


   Tra il 1982 e il 1983 ha realizzato, per testi e disegni una serie di racconti di fantascienza, quasi tutti è apparso sulla rivista 1984. In seguito l’artista ha collaborato con lo scrittore Carlos Echevarria per la produzione di 'Viaje al Infierno'. Alcuni anni più tardi per un attacco di depressione Auraleón si suicidò.
 
 Una splendida illustrazione per Vampiros, della Paneuropea.


Marco Pugacioff

se vuoi puoi andare alla sezione

o dei loro autori, va alla sezione
oppure a
oppure va agli