Cerca nel blog

sabato 13 agosto 2016

Tiberio Colantuoni

Tiberio Colantuoni
Nella foto sopra: Angelo Scariolo, Manberto e Colantuoni
   Nato a Roma il 20 maggio del ’35, si diplomò presso la Scuola D’Arte Ceramica di Civitacastellana. Fu l’incontro con Jacovitti ( Jac, come si firmava, nato in Abruzzo, era chiamato dagli amici Lisca di Pesce per la sua magrezza e si era trasferito da pochi anni a Roma, dopo aver passato la sua gioventù a Macerata, nelle Marche. ) nel ’53 a fargli intraprendere l’attività di fumettista. Così l’anno dopo si trasferì a Milano per frequentare anche l’Accademia di Brera. Inizialmente disegna per la Alpe CUCCIOLO, MARAMAO e lo SCERIFFO FOX e la sua creazione SFORTUNINO.  
Sfortunino

Lo stupendo Pinocchio tutto italiano ( anche se basta cambiar il verde col blu della bandiera per diventar francese )  di Tiberio Colantuoni assai più bello di quello mediocre di Sandro Dossi e una tavola per Nonna Papera.
Gastone & L'ombra
Chico Cornacchia 
  A tale proposito in una recente intervista a Paolo Telloli ricorda la sua prima entrata alla casa editrice « Con la storiellina che avevo preparato mi sono presentato alla redazione dell'Alpe. In redazione c'erano oltre a Caregaro, Renato Bianconi ad un tavolino che faceva il lettering ai fumetti e Giorgio Rebuffi che disegnava. La storiellina l'avevo disegnata uno ad uno, cioè nella stessa dimensione delle pubblicazioni. Bianconi e Rebuffi risero della mia scarsa conoscenza dei fumetti e mi dissero che era impubblicabile. Il disegno però andava bene e mi diedero subito una sceneggiatura, ricordo che era Tiramolla negli abissi del Mar Mellata. Ho la copia della pubblicazione.» Nel ’55 per la Bianconi riprese COLPETTO e PIK & POK, creò BONGO, e NIK & NOK oltre che storie e disegni per FELIX, BRACCIO DI FERRO e PINOCCHIO. Nel ‘60/’61 ha realizzato delle vignette umoristiche per il quotidiano IL GIORNO. Nel ’69 ha collaborato con l’editore Campi a TELEZECCHINO e con il CORRIERE DEI PICCOLI con BIG TOM nel ‘74/’75, per non parlare dei tedeschi FIX UND FOXI. Con lo studio BIERRECI ha realizzato anche lo spazzino canguro DUSTY. 

Ancora recentemente continuava a disegnare Topolino, ma un infarto, avvenuto pochi giorni dopo la scomparsa di Luciano, ci ha privato della sua arte.
 

Marco Pugacioff
ritorna a
 oppure vai agli
articoli
oppure ai
fumetti 
 

Nessun commento:

Posta un commento