Cerca nel blog

lunedì 22 agosto 2016

Branko Plavšić








Branko Plavšić
 
(1949, Mala Novska Rujiška - 9.11.2011, Bač)

Zasigurno jedan od najboljih, ako ne i najbolji tušer u Evropi... Ustvari, mislim da bi se u Marvelu više nego radovali da ga dobiju."
«Sicuramente uno dei migliori, se non il migliore in Europa. In realtà, credo che la Marvel sarebbe stata più che felice di averlo.»
Fu con queste parole che Svetozar Tomic, l'editor della rivista a fumetti Stripoteka, commentò un giorno le opere di Branko Plavsic.


Il giovane volto di Branko che Kerac utilizzò per il trapper Brandy apparso sia su "Il gatto", sia su "Cuore spezzato"

   Branko Plavšić nacque nel 1949 nella Piccola cittadina di Novskoj Rujiški dove trascorse la sua infanzia. Nel 1955 la sua famiglia si trasferì nella città di Bač dove finì la scuola elementare. Nella maturità si iscrisse alla Scuola d'Arte, ma solo per tre mesi, perché la sua situazione familiare non gli permise di sviluppare il suo talento per il disegno che mostrava fin da bambino, sotto la supervisione di esperti.
L'espansione editoriale fumettistica degli anni sessanta, diede però una occasione a Plavšić che inviò al redattore di giornali per bambini Gornjeg Milanovca una immagine a colori e una tavola di prova fatto a matita del fumetto di Tarzan. Era il 1966.






La prima prova per Tarzan e a sinistra una tavola realizzata poi con Kerac

   Da quel momento Plavšić fu attivamente impegnato nella serie di  Mirko i Slavko e di Blaža i Jelica. Branko oltre a lavorare per numerosi fumetti e riviste per bambini, è stato anche molto attivo con la ricostruzione visiva di reperti archeologici, dove esprimeva molto occhio per i dettagli. In questo periodo, inizia la sua serie western Keli brando di cui, purtroppo, è rimasto solo l'episodio pilota pubblicato nella rivista slava Zenit, nella seconda metà degli anni ottanta.






    Al fine di non limitare la sua creatività ai giornali per bambini ( con oltre 3000 tavole a fumetti), Branko accettò l'invito del disegnatore Walter Neugebauer[1], (1921-1992) e della casa editrice di Rolf Kauka e nel 1972 fece un viaggio di studio a Monaco di Baviera.
Branko, lavorò fino al 1979 sui fumetti di Fix und Foxy ed altre serie umoristiche, dove affinò la sua arte, tanto che considerò sempre Walter un vero padre artistico.

Fix & Foxi nella versione di Neugebauer

   In quegli anni la famosa casa editrice Dnevnik di Novi Sad (attiva fin dal ’68 e che pubblicava nel primo numero delle rivista Lunov Magnus Strip, Tex Willer), stava ambiziosamente espandendosi sul mercato. Per questo passò dal solo serbo al più leggibile serbo-croato[2] e trascritto non in caratteri cirillici, ma in caratteri latini in modo da poter essere visibile in tutte le nazione della federazione Jugoslava. L’editore riconoscendo il talento e la professionalità di Plavšić, lo assume come membro permanente della redazione. Sono di questi anni molte copertine di Miki, Blek, perfino Zagor.

Capitan Miki & il comandante Mark nella versione di Plavsic

   È  il 1983. Plavšić è il primo autore slavo a lavorare su Blek Macigno ( che in tutta Yugoslavia vendeva 100.000 copie a numero[3] ) con l’avventura “Zuffa a Boston”, ma è grazie ad un’idea di Bane Kerac che su modello di una squadra di calcio, forma un atelier di autori per realizzare la serie più longeva nella storia del fumetto jugoslavo, Tarzan. E Plavšić fece anche qui una grande mole di straordinarie tavole per il personaggio di Burroghs. Il nuovo lavoro richiede una diversa distribuzione dei ruoli, più volte Plavšić ripasserà a china tavole di Kerac, di Slakovic, o di Meseldzija come nell’episodio “Senza Testimoni”.










La tavola d'apertura di Tarzan "Senza Testimoni" e una tavola di "Balkan express" realizzata insieme a Kerac
   Plavšić, nella sua maturità artistica realizzò altre serie come Balkan Ekspres, ma la guerra civile stava per distruggere la federazione Yugoslavia. Nel ’93, nella piccola Yugoslavia come veniva ormai chiamata l’unione tra Serbia, Kosovo e Montenegro, i fumetti stavano lentamente morendo uccisi dalla mancanza di carta, dalle sanzioni internazionali e dalla pesante inflazione economica[4]

Il suo splendido Zagor, che ricorda molto da vicino sia Donatelli sia Pepe, che purtroppo non vedremo mai.
   La mancanza di lavoro, portò ad una situazione a cui lo stesso Branko Plavšić ( come altri suoi colleghi ) non sfuggì, ridotto a lavorare a volte solo con editori stranieri. Lasciò questa valle di lacrime il 9 novembre del 2011 a Bač.

 

Elenco storie di Blek Macigno:

1 - Gužva u Bostonu ( Zuffa a Boston ) - Testi di Svetozar Obradović, Disegni di Plavic - Lunov magnus strip 296 (1978)/ Kiwi 415 (1989)/ Blek IF 118 (2012)
2 - Blago zelenih močvara ( Il tesoro delle paludi di fuoco ) - Testi di S. Obradović. Disegni di Plavic - Lunov magnus strip 300 (1978)/Kiwi 402 (1988)/Blek IF 5.
3 - Čegrtuša i Largo ( Il serpente e il gigante ) - Testi: S. Obradović. Matite di Branko Plavšić, chine di Sibin Slavković - Lunov magnus strip 489 (1981)/ Horus vanredni broj 2/Ludens specijalni broj 4/KIWI 399 (1988)/ Blek IF 3.




4 - Vatrena zamka ( Pietà per un traditore ) - S. Obradović & Plavsic - Vanredni Strip zabavnik 3 (1983)/ Horus vanredni broj 6, KIWI 410 (1989)/ Blekone 14 (1993)/Blek IF 112 (2012)
5 - Lažni traperi ( I falsi trapper ) - S. Obradović & Plavsic - Vanredni Strip zabavnik 8 (1985)/ Horus vanredni broj 6, KIWI 403 (1988) – Blek If 3.
6 - Lov na Bleka (  La preda è Blek ) - Testi di Petar Aladžić. Disegni di Plavsic - Lunov magnus strip 776 (1988)/ KIWI 407 (1989)
7 - Kradljivci krzna ( I ladri di pelliccie ) - Svetozar Obradović/ Branislav Kerac, Sibin Slavković – Plavsic  Album sa sličicama



[1] http://www.lambiek.net/artists/n/neugebauer.htm
[2] Vedi la pagina: http://sr.wikipedia.org/wiki/Lunov_Magnus_Strip Oltre a Tex la rivista pubblicava Zagor, Tim & Dusty, Kociss, Il piccolo ranger, Blek, Miki, Storia del West, Zorro delle edizioni Cerretti di Roma, Ken Parker, Judas e Mister No. Durò ben 997 numeri e chiuse nel 1993.
[3] Vedi intervista a Branislav Kerac in: http://www.stripovi.com/enciklopedija/strip/vb/veliki-blek/
[4] Vedi nota 2.

Marco Pugacioff
se vuoi puoi andare alla sezione


o dei loro autori, va a

alla sezione
oppure a
oppure va agli








Nessun commento:

Posta un commento