Cerca nel blog

giovedì 18 agosto 2016

Vinicio Berti


Vinicio Berti



   L’autore nasce a Firenze nel ’21, Conclusi gli studi artistici, si dedica a partire dal 1942 alla creazione di opere di carattere realista-espressionista, partecipando al movimento di rinnovamento dell'arte contemporanea italiana. La prima esposizione documentata dell'artista fiorentino risale al giugno del ’43, presso il Ridotto del Teatro Verdi di Trieste. Tra il ‘42 ed il ‘45 Vinicio Berti esegue molti disegni e vari quadri in parte relativi al dramma della guerra e del dopoguerra, seguiti, nel ‘46 da opere da lui definite di soggetto politico. Le tavole dedicate a PINOCCHIO risalgono al '47 quando Vinicio Berti, redattore del giornale  Nuova Toscana le pubblica, rielaborando sia i testi che i contenuti della favola di Collodi. Realizzò anche GIAN BURRASCA ‘51, Ciondolino ‘55  di Luigi Vertelli in arte Vamba e, per IL PIONIERE CHIODINO e ATOMINO. Scompare nel ’91.

Chiodino
La nascita di Atomino


Marco Pugacioff
ritorna a
oppure va agli

  

Nessun commento:

Posta un commento