Cerca nel blog

martedì 16 agosto 2016

Spartaco Iacobuzio

Spartaco Iacobuzio
   Di questo autore finora avevamo scarse notizie e tutte pervenute grazie alla gentilezza di Giorgio Rebuffi che lo conobbe alla Alpe dove disegnò questa simpatica serie di Moscerin, una chiara rivisitazione di D’Artagnan. Sempre da Rebuffi la notizia che poi si sia dedicato alla pubblicità. Poi nel 2008la rivista INK, nel n. 46 diede finalmente notizie su di lui intervistandolo. Nato a Milano il 6 agosto del '30, da una famiglia di origine friuliana. Interessante notare che l'autore ricordi che, "come era in uso nelle vecchie famiglie, si teneva un quadretto con le foto dei caduti della grande Guerra con il nome di ogni persona. Alcuni di questi riportavano Iacobuzio o Jacobuzio o perfino Jakobuz, a scanso di equivoci, dato che il regime fascista tendeva a italianizzare i nomi, mio padre ci raccomandava di scriverlo con la "I" semplice." Iniziò collaborando con Floriano Bozzi, a cui era stato presentato da Alberto Tedeschi, direttore dei Gialli Mondadori. Nel '55 o nel '56 inizia a realizzare fumetti umoristici per Giuseppe Caregaro "Una persona gentilissima, buona, di cuore." disegnando per primo proprio Moscherin, poi Capitan Fregata, Prof. Plutonio & Atomino, Tony & Fulmine, e per ultimo Il sergente Max & Skrak, da lui stesso creati e sceneggiati da Roberto Catalano. Si dedicò poi, come ben ricordava Rebuffi alla pubblicità. Del Maestro Rebuffi, Iacobuzio dice: "Giorgio Rebuffi un grande autore e una persona sempre gentile e corretta che mi ha sempre incoraggiato. Dopo il primo anno che collaboravo mi ha fatto i complimenti davanti a tutta la redazione per il mio lavoro, per i notevoli progressi che avevo fatto." 


Max & Skrak


Moscherin


Marco Pugacioff   
ritorna a
La scuola di Rapallo
oppure va agli
articoli  

 

Nessun commento:

Posta un commento